Planner per semplificare!

Ad inizio 2019 sono partita con una strana lentezza nella programmazione. Venivo da due anni in cui i gennaio erano stati momento di grande focus e programmazione: usavo il metodo dream-plan-do di TheDesignTrust e se Laiepi esiste oggi e sono riuscita a renderlo un progetto concreto con le mie sole forze è grazie alla "struttura" che mi sono data in quei momenti e al metodo che grazie al planner per piccoli business ho iniziato a fare mio. Il planner però se da un lato mi ha aiutato, dall'altro è stato difficile da seguire sempre ed in tutto perchè per come sono fatta io è "troppo", troppe domande, troppa programmazione che se parti da zero, diciamolo, ti manda in overwhelming!!

Nel 2019 posso giurare che non ho programmato quasi niente. Sicuramente hanno aiutato i due anni precedenti di buona pratica, ed in parte danneggiato i momenti di stop per motivi di salute che ho dovuto affrontare. Ma il bilancio è positivo, perchè ho capito che anche il lavorare senza "programmare" (inteso buttare giù un calendario con uscite, post, marketing rigido ma ottimizzato) è una fase a volte necessaria perchè la velocità a cui viviamo lo decidiamo solo noi. Inoltre è la dimostrazione che essere produttivi e creativamente attivi "nonostante tutto" sia possibile pur non essendo degli integralisti della programmazione ad ogni costo.
Nessuno può obbligarci a correre, perchè non è una gara, è un percorso di libertà in cui il fattore "tempo" è tanto cruciale quanto prezioso. Possiamo premere sull'acceleratore, fermarci, rallentare ma solo rispetto a noi stessi, senza sentire continuamente la pressione della competizione con chissàchi o chissàcosa.

Il tempo recuperato nel non programmare l'ho usato per sviluppare quelle idee che spesso erano rimaste chiuse nel cassetto (vedi agenda2020), o è diventa tempo in cui nascono disegni e pattern nuovi, ho iniziato ad esercitare yoga e meditazione e soprattutto a trovare il tempo per il disegno solo per il gusto di disegnare.

 

Ho re-imparato ad usare la carta per appuntare idee, ricreando nuove abitudini e riorganizzando le fasi di lavoro con margini di variabilità sempre più ampia. Ho stabilito che bastano poche linee e poche lettere per fare un planner, che con me (e come me è così per molti altri) non servono corsi o planner della vita che ti dicono passo passo cosa fare per migliorare e ottimizzare, ma mi basta buttare giù su quelle linee un concetto alla volta, un progetto e un'idea anche insieme ma scritti in sfumature diverse. Anche qui il tempo lo scandiamo noi, decidiamo noi e se ci sentiamo sommersi allora è il caso di fare un passo indietro, fermarci a guardare tutto con uno sguardo più lontano per mettere a fuoco cosa davvero è impellente e cosa invece possiamo spalmare nel tempo.

Buoni Propositi 2020

Quest'anno il mio buon proposito è di essere un po' più organizzata, soprattutto sui social. Più volte ho sentito la fatica e la mancanza di energie per comunicare adeguatamente Laiepi su Instagram, soprattutto. Si è intuito dal silenzio di alcuni periodi e in molti ci siamo confrontati su questo senso comune di insofferenza. Ma i socials sono strumenti preziosi di incontro, grazie al quale ho avuto la fortuna di trovare persone meravigliose con cui condividere il mio progetto, le mie idee e qualche volta la mia vita. Non posso pensare di "migliorare" uno strumento, ma posso solo imparare ogni volta ad utilizzarlo nel modo migliore. 
Uno di questi modi è la pianificazione, soprattutto se chi come me, tramite questi canali fa conoscere anche un prodotto e tutto quello che c'è dietro una persona che realizza quello che mostra.
Ho creato alcuni fogli di aiuto per pianificare senza stress, o meglio per guidarsi senza andare per forza alla cieca. Possono essere usati in generale per fissare contenuti, pianificare un mese specifico, o una settimana tipo. L'ho trovato utile anche per programmare il menu settimanale e ottimizzare la spesa familiare. Insomma un utile integrazione alla propria agenda senza sovraccaricarla di informazioni ecc. Una specie di planner "brutta copia" per fare prove e controprove se stai cercando di cambiare un'abitudine (secondo il dott. Maltz ci vogliono almeno 21 giorni, io direi anche 2 mesi!).

 

Clicca QUI per scaricare il MiniPlanner

 Scarica ed utilizza questo "planner", puoi adattare come me il formato all'A5 o stampare il pdf nel formato originale A4. 

Fammi sapere se ti è stato utile e in che cosa, la tua opinione e la condivisione costruttiva per me conta sempre e mi permette di poter incanalare energie e creatività in progetti che davvero funzionino!! Se vuoi puoi condividerlo sui social con l'hashtag #LAIEPIPLANNERS o scrivermi a hallo@laiepi.it tutte le tue osservazioni, ci conto!

Lascia un commento

Nome .
.
Messaggio .

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati